INTERVISTA a Roberto Albanesi & Oscar Perticoni

a cura della nostra inviata BIANCA NERIC

Siamo nella vecchia milano, nel cuore di Brera.
Qui, all’osteria degli artisti di Emilio Pizzoni (fratello del “caterer dei Vip” Fausto) abbiamo incontrato il regista Roberto Albanesi e il Maestro Oscar Perticoni (reduce dalle prove del suo ultimo spettacolo alla vicina Scala) per parlare del loro ultimo, intrigante progetto cinematografico. Era da molti anni che il regista di Casalpusterlengo e l’arcinoto compositore italo-polacco cercavano di collaborare ad un lungometraggio, l’occasione è arrivata con NON NUOTATE IN QUEL FIUME, l’horror a tinte surreali ambientato nel piacentino che tributa con passione e molto, molto sangue quegli slasher anni 80 tanto cari ad Albanesi.
C’è lui dietro la macchina da presa, c’è Perticoni alla supervisione musicale del progetto.

12476397_1191288614222268_1274580143_n

B.N.: Roberto, raccontaci come nasce l’idea di Non Nuotate In Quel Fiume…

ROBERTO ALBANESI: L’idea per Non Nuotate mi è venuta per puro caso. Stavo scrivendo una commedia d’amore basata su di un rapimento, quando di colpo mi è balenata nel cervello un’immagine specifica (che è quella che chiuderà il film). Su quella folgorazione ho costruito tutto il resto.

B.N.: Dal trailer è chiaro il tuo amore per l’horror carico di ironia, i “popcorn” movie degli anni 80. Oltre a questa, quali sono le tue fonti d’ispirazione?

ROBERTO ALBANESI: La videoteca in cui lavoravo quando avevo 11 anni; mi ha dato tutto il materiale mentale possibile per scrivere almeno almeno una dozzina di film (alcuni li ho già scritti da anni). Ho lavorato lì fino a quando hanno chiuso. Ho visto di tutto. Tutti quei film, di qualsiasi genere, sono entrati a far parte del mio “dna creativo”. Odio citare e cerco sempre di fare qualcosa di ASSOLUTAMENTE MIO, ma è ovvio che tutti quei vecchi nastri tornino a “suggerirmi” e ad ispirarmi e qualcosa scappi fuori, volente o nolente. Credo che il mio modo di raccontare possa essere paragonabile a quello di un Landis accelerato… e senza Eddie Murphy.

OSCAR PERTICONI: Caro Roberto, se posso permettermi, io nel tuo cinema vedo anche una spruzzatina del Carpenter giocherellone e spigliato di Essi Vivono, anche se effettivamente più che “assomigliare a”, tu sei uno che stravolge ciò che lo spettatore già conosce. Oscar.

ROBERTO ALBANESI: Grazie Maestro, queste sue parole me le rivenderò a vita.

B.N.: Roberto, regalaci qualche indizio sulla trama.

ROBERTO ALBANESI: Bruce, Stefano e Luigi sono tre delinquentelli che fanno uno “sgarro” alla loro boss. Questa ( ninfomane e cattivissima) li obbliga a sdebitarsi facendo una consegna vicino ad un fiume maledetto… un luogo in cui la gente scompare nel nulla e nessuno sa il perché.

B.N.: Chi fa parte del cast?

ROBERTO ALBANESI: Il cast è composto da amici-attori, da amici-non attori e da colleghi che stimo nel mondo del cinema indie italiano e mainstream, come Pietro De Silva che ha fatto LA VITA E’ BELLA e che anni fa mi lanciò col primo corto HAPPY BIRTHDAY… o come Leo Salemi, regista hard de L’ALBERO DELLE ZOCCOLE di cui sono amico da anni. Fra gli attori ci sono… (ne cito alcuni) Ivan Brusa, Luca Zibra, Stefano Galli, William Angiuli, Roberta Nicosia, Jack Gallo, Sara Basile, Simone Chiesa, Nicola Crucinio, Umberto Daddario (Bortolo Mazzamauro), Paolo Riva, Pietro De Silva (La Vita E’ Bella, L’Ora Di Religione), Leo Salemi, Roberto D’Antona, Denis Frison, Luca Zanovello, Luca Baggiarini, Alberto Bogo Antonio Zannone e Lorenzo Lepori.

OSCAR PERTICONI: Voglio condividere con voi questo triviale aneddoto. William Angiuli lo conobbi anni fa sul set di uno spot tv per una nota marca di anticoncezionali. Il regista lo definì il Clooney italiano. Oscar.

ROBERTO ALBANESI: Sì sì, però William recita meglio di Clooney (ed è più brizzolato).

B.N.: Il cast è ricco, ma anche i talenti musicali non scherzano. C’è IL FIENO, band alternative milanese molto quotata, c’è ALBERTO MASONI e il Maestro PERTICONI . Maestro, cosa la ha spinta a unirsi al progetto?

OSCAR PERTICONI: E’ da anni che io e Roberto volevamo fare qualcosa insieme, stimo la sua passione e il suo modo di giocare con i cliché cinematografici. Li monta e smonta, come faccio io con le convenzioni musicali. Così, nonostante i miei molti impegni nazionali ed internazionali (Sanremo, la colonna sonora di 50 sfumature, ecc) non ho potuto dire di no a lui e agli altri amici coinvolti nel progetto. Credo che Non Nuotate sia un bellissimo tributo a un cinema che non c’è più, e col quale entrambi siamo cresciuti (e che io ho anche contribuito, a cavallo degli anni ’80, a creare), e sono convinto che anche le grandi musiche che abbiamo scelto siano un motivo per “tuffarsi” nel Fiume con noi. Oscar.

ROBERTO ALBANESI: Da anni orbito nell’universo di Sandro Sandroni (regista, produttore, sceneggiatore e molto altro) e della sua famiglia artistica. Sognavo da sempre di poter lavorare col suo storico compositore, il Maestro Perticoni e magari di essere prodotto da Sandroni. Con Non Nuotate sono riuscito a realizzare entrambi i miei sogni (ndr: qui Albanesi sembra quasi commuoversi).

12071743_1191291997555263_535260305_n

B.N.: A proposito di cinema, che opinione avete della scena “di genere” italiana?

OSCAR PERTICONI: per quanto mi riguarda, vedo ben pochi autori coraggiosi capaci di divertire e divertirsi col cinema di genere. Soprattutto a livello indipendente, ci sono molti palloni gonfiati, presuntuosi e permalosi, altri che sembra abbiano trovato la telecamera nel sacchetto delle patatine, in fin De’ Conti apprezzo pochi: oltre ad Albanesi e al Maestro Sandroni, apprezzo i ragazzi di Innovazione 2 e Luca Baggiarini, usciti recentemente con alcuni buoni prodotti. Oscar.

ROBERTO ALBANESI: Concordo ovviamente con il Maestro e aggiungo che nella scena indie italiana manca totalmente l’ironia.

B.N.: Maestro Perticoni, descriva Albanesi in 3 parole.

OSCAR PERTICONI: Appassionato, pazzo, Amico. Oscar.

B.N.: Roberto, il Maestro Perticoni in 3 parole.

ROBERTO ALBANESI: Maestro, libertino, esteta.

B.N.: Per finire, ringraziandovi del tempo dedicato, chiedo a Roberto dove i fan potranno vedere il film.

ROBERTO ALBANESI: La prima del film si terrà Venerdì 25 Marzo all’auditorium della Croce Casalese di Casalpusterlengo. L’ingresso sarà gratuito. All’evento sarà presente tutto il cast, la troupe, ma soprattutto Il Maestro Perticoni ed il Maestro Sandroni. Dopodiché porteremo il film in tour. Proietteremo il film ovunque vorranno ospitarci e venderemo in loco il film stesso in dvd, a prezzi irrisori e totalmente auto-prodotto/distribuito. Vi terremo informati. Grazie per la bella intervista e grazie al Maestro… per tutto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...